30 dicembre 2010

Cosa c'era sotto l'albero di Natale?


Mi piace pensare sopratutto per i miei due eredi Alessandro e Leonardo che quel signore con una fluente barba bianca vestito di bianco e rosso che porta con classe una pancia da sedentario esista veramente...

Ho cercato di stare sveglio durante la notte del 24 dicembre per sentire magari rumori provenienti dal piano dove avevamo allestito l'albero natalizio, ma ahimè Morfeo ha pensato bene di farmi visita prima si Santa Claus.

Grandi feste quindi la mattina di Natale con i bimbi che scartavano a più non posso le montagne di doni ammucchiati in 4 punti diversi a seconda del destinatario. Leonardo credo che abbia ottenuto il suo PB nell'aprire i suoi ...

Naturalmente il mio era l'angolo più scarno come è giusto che sia. Ma sappiamo bene che la quantità non significa qualità e quindi...

Tralasciando i doni che non fanno parte del mondo della corsa (anche se un orologio e un week end in agriturismo non sono niente male come sorprese) in ordine di apparizione abbiamo trovato:

Un bel paio di scarpe Salomon da Trail (azz pure del numero giusto!!!)
Una lampada frontale (vuoi vedere che sapeva che d'inverno la sera non ci vedo una mazza???)
Il libro di Baldini sulla maratona (ops fa capolino la signora 42K)

Ma certo che questo Babbo Natale conosce proprio i gusti delle persone!!!!

Il regalo più prezioso me lo ha fatto la mia dolce metà Barbara: free pass per week end a Roma (19-20 marzo 2011). Dovrei ora andare a vedere se casualmente c'è qualche gara in quella data sul calendario..

Non poteva mancare il mio regalo a me stesso: una bella tabella di 12 settimane per la mia prima Maratona che ho già inziato questa settimana. Dedicherò naturalmente un post specifico.

Buona continuazione delle feste a tutti e naturalmente buone COrSE!!

21 dicembre 2010

Blogpoint batte Pisa Marathon per manifesta inferiorità



Se un giorno mi avessero detto che avrei fatto 300 km da solo in auto per correre una corsa, avrei pensato che quella persona fosse da rinchiudere in manicomio. Se poi avessero aggiunto che un altro dei motivi per percorrere quei 300 km era incontrare delle persone mai viste prima beh avrei sorriso divertito a questo burlone..


Oggi fresco di rientro da Pisa direi a questa persona che si è perso un grande evento!!!
La partecipazione era stata decisa insieme a Paolo Cibulo un paio di mesi fa, giusto in tempo per preparare una tabella per cercare di limare il mio modesto personale sulla distanza della mezza maratona.


A una settimana dalla corsa il Cibulo alza bandiera bianca causa Varicella (secondo me si è dipinto il viso con il rossetto perchè sapeva come andava a finire a Pisa) e rimango quindi senza compagno di viaggio.


Ciliegina sulla torta la mega nevicata di venerdì, non mi perdo d'animo e decido comunque di andarci sia per gli allenamenti che ho fatto per correrla sia per consocere finalmente tante persone con cui mi confrotto qui da mesi.


Dopo due ore e mezza esatte di macchina sono a Pisa e mi precipito all'expo della corsa.
Entro e mi ritrovo praticamente a casa.. no non sono tornato indietro nel frattempo ma ho semplicemente incontrato i blogtrotters! E' la stessa sensazione che ho avuto alla mezza del VCO. Mi viene da pensare che chi corre ha uno spirito sociale diverso dai "sedentari".



Non voglio neppure parlare dell'autorete che ha fatto l'organizzazione non avvertendo prima che la corsa sarebbe stata annullata. Tutti sapevano e hanno taciuto fino all'ultimo. PENOSO!


Bellissima e conviviale la cena così come l'idea di correre comunque la mattina tra di noi.
Mi spiace per chi non è potutto arrivare causa neve o eventi collaterali sfavorevoli.


Per i presenti in ordine sparso..


The Yogi: Fa gli onori di casa quale fumettista ufficiale dei globtrotters e si occupa di stravolgere i tavoli per la cena: istrionico!


Insane: Il podista che mira a correre le 5 maratone più importanti pensa già a come vincere il sorteggio della prossima maratona di Londra: perseverante! 


Vale: Unica rappresentate dei blogtrotters femminile alla cena non si scompone minimamente e regge il confronto con i maschiacci. Aiuta inoltre durante la cena la sorella a lottare contro Morfeo: podista perfetta!  


Hulk: La rabbia lo assale alla notizia che la maratona era stata annullata, invece di diventare verde, il viso si colora di rosso. Abbina il tutto con un cappellino bianco: colorito!


Franca:  Organizzatrice perfetta, causa neve  eghiaccio non puo' presenziare alla cena, ci sorprende tutti arrivando la mattina a correre con noi: ospitale all'ennesima pontenza!


Arirun: Ingaggia una feroce lotta con la ribollita durante la notte. Il mattino si presenta comunque a correre lasciando un ricordo in piazza dei miracoli. Corre in hotel per 30 centesimi: onesto!


Master: Dall'alto della sua esperienza farebbe impallidire Pizzolato e Albanesi messi insieme. Appena mi vede le prime parole sono state: viciamo 2 a 0! : podista interista! PS un plauso ai suoi 3.000km di quest'anno


Er Moro: Unico a presentarsi di sabato in tenuta da corsa. E' una sfida agli organizzatori a correre la maratona subito? Podista 24 ore su 24!


Ezio: Unico viso conosciuto si occupa di portare la grappa nello zainetto durante la corsa mattutina: Sanbernardo!


Filippo: In questo momento si starà godendo i 15 gradi della sua Sardegna dopo i meno 2 di Pisa e Piazza dei Miracoli Ghiacciata: giramondo!


Franco: Prende la notizia della gara annullata dopo essersi allenato per questo obiettivo con estrema tranquillità: filosofo!


Master runner:  Con tutte le maratone che ha corso una in meno non farà la differenza. Leggendo il suo blog però questo raduno gli rimarrà nel cuore: sentimentale!


Auguro di buone COrSE e FESTE a tutti.

30 novembre 2010

2 settimane di acqua e freddo con congestione.


Non ho aggiornato il blog in questo periodo perchè mi sono concentrato solo sugli allenamenti evitando qualsiasi competizione gara e/o tapasciata. Anche perchè chi me lo fa fare di correre nel paltano dei campi lombardi? E poi a Pisa dopo un bel periodo di astinenza sai che bello appuntarsi il pettorale?

Ma veniamo a questo post.. sono sempre stato abituato a fare sport all'aperto, giocando 25 anni a calcio e non avendo mai messo piede in una palestra trovo normalissimo allenarmi con qualsiasi condizione di tempo.
Ma quando è troppo è troppo mannaggia!

Praticamente non so' più com'è fatto il sole e mai come quest'anno sto' patendo la brutta stagione che a dirla tutta deve ancora cominciare :-( Per conciliare lavoro  famiglia e corsa durante la settimana corro sempre la sera e dopo le 18 è buio!!!

Non so voi ma sto' patendo la corsa senza luce. Nonostante mi piaccia molto correre in solitudine nell'allenamento di sabato è stata una delle rare volte che ho pensato: ma chi me lo fa fare? Praticamente non ero riuscito a scaldarmi neppure correndo e pensavo al tepore di casa e al divano.
Spero di non essere l'unico ogni tanto da farsi prendere dallo sconforto.

L'apice però l'ho raggiunto ieri sera.. un lungo da 22km corso di sera a 3 gradi credo. Al 13 esimo (numero infausto???) è iniziato un dolore intercostale che mi ha dolcemente accompagnato per almeno 5km ma ho tenuto duro e ho finito come dovevo l'allenamento. Apro una parentesi.. mi ero portato l'Ipod riesumato dal fondo del cassetto, peccato che non avevo caricato le canzoni che volevo e mi sono assorbito Jazz e strane musiche elettroniche che hanno peggiorato la situazione sigh!

Comunque torno a casa e bevo dell'acqua dal frigorifero come al mio solito. Bagno caldo per ritemprarmi e qui scatta la demenza che mi è costata cara. Ancora acqua da frigorifero dopo il bango caldo, ci mangio su e ho la brillante idea di uscire sul balcone per chiudere le imposte.

Apriti cielo!!! Ho cominciato a vedere due mogli invece che una che, per quanto sono fortunato ad avere accanto Barbara poteva essere solo positivo, quando però ho visto anche due gatti ho pensato che c'era qualcosa che non andava. (Ve lo raccomando il gatto Tommaso è un rompi maroni di prima categoria)

Chiedo aiuto all'infermiera (una delle due mie mogli Barbara che vedevo) che mi propina due tazze di camomilla per decongestionare lo stomaco. Risultato? Un bel valzer di qualche minuto con il water.
Dopo lo ammetto mi sono sentito un altro. Da cadavere sono passato a straccio.
Ma tutto è bene quel che finisce bene.

Comunque se abbiamo scelto questo sport ci sarà una ragione no? Beh la ragione per quel che mi riguarda si chiama: caxxo ma quanto è bello correre? :-)

Ma veniamo ai compitini che ho svolto del Prof Albanesi tra un impegno e l'altro:

MAR0FL 15km4.5215
MER1FL 12km4.5912
GIO22x4000+2x2000+100017
SAB1RIPETUTE IN SALITA7
LUN1FL 20km5.0921
TOT72
GIO020x400 (RG-5) con rec. 400 (RG+35). In totale 16 km12
VEN0FL 12km16
SAB03x300015
LUN 0FL 22km22
TOT65


I Fondi Lenti li ho svolti tutti a 4:55 al km mentre le ripetute lunghe a RG (4:35) con recupero attivo a RG+30". Devo dire che rispetto alla preparazione per Cremona riesco meglio con gli allenamenti di qualità. Sarà un buon segno?

A Pisa l'ardua sentenza.

Buone COrSE a tutti!

15 novembre 2010

Verso Pisa


Dopo un periodo di poche uscite sia dovute al dopo Cremona e Montestella sia ad una fastidiosa influenza che mi ha decisamente debilitato eccomi di nuovo in pista per un obiettivo minimo: correre decentemente la mezza maratona di Pisa.

Mi ero prefissato di puntare a una 10km ma l'obiettivo primario per il 2011 sarà correre la mia prima maratona e ci vorrei arrivare partendo già con una base di km percorsi. Gioco forza la scelta è caduta su Pisa.

Non ho ancora confermato dove correrò la mia prima maratona per motivi organizzativi e famigliari. Deciderò tra un mesetto.

Quindi ho tirato fuori dal cassetto una tabella di 6 settimane per arrivare a una forma decente il 19 dicembre. Naturalmente la mezza di Pisa è il mezzo che giustifica il fine di tramutare i volti dei tanti blogger con cui mi sono relazionato in questi mesi.

Non correndo molto mi sono dedicato alla teoria leggendo siti, comprando libri e informandomi sopratutto sul mondo trail. Per non lasciare nulla al caso mi sono abbonato a Spiritotrail e sulla letterina per babbo Natale ho chiesto un bel paio di scarpe da treil appunto e una lampada frontale.

L'Ossola trail mi aveva entusiasmato parecchio nonostante le difficoltà del non essere molto allenato quando l'ho corsa. Mi piace sopratutto per lo spirito con cui si corrono quel tipo di gare e, naturalmente, gli ambienti in cui si corrono.

Ma facciamo un paddo per volta o meglio un passo dopo l'altro..

Buone COrSE a tutti.

27 ottobre 2010

10km INDIGESTA!


Non c'è nulla da fare senza una preparazione specifica non tirerò giù il mio modesto 44:40" di Maggio sulla distanza dei 10km. Pensavo di sfruttare la preparazione per Cremona correndo domenica scorsa la 10km del Trofeo Montestella per migliorare appunto il mio personale ma ahimè mi sono dovuto ricredere..

Andiamo con ordine.. giornata uggiosa e coperta, per fortuna la gara parte alle 9.30 ed è vicino a casa, nessuna levataccia. La zona la conosco bene così come i parcheggi visto che sono gli stessi che uso per andare a di S. Siro. L'organizzazione è buona nel pregara. Ritiro il pettorale e il pacco gara con l'ennesima maglia tecnica della Mizuno. Prendo la S per la mia dolce metà :-)

30 minuti prima dell'inizio della gara dopo un buon caffè inizio il ricaldamento e incontro Father, mi riconosce grazie alla maglietta dei Blogtrotters. CIAO FATHER è stato un piacere conoscerti :-)

Ci posizioniamo a metà circa dei partenti che saranno quasi 1300, record della corsa. Pronti via e la mia idea è quella di assestarmi sui 4:25 al km per cercare di scendere sollo quei 44 indolenti secondi.
Al contrario di Cremona non voglio perdere secondi preziosi e cerco di portarmi subito su un buon ritmo... faccio malissimo i conti e i primi lo chiudo in un 4.18 e 4.20 troppo per il mio stato di forma e li pagherò naturalmente.

Cerco di rimediare e rallento cercando di non bruciarmi le enerige residue. Sento le gambe discrete ma è il fiato che è troppo affannoso. Sta di fatto che dal 4 km in poi sarà tutta una corsa in affanno. Non mollo e cerco di trasformare quello che doveva essere un PB in una gara dignitosa. Il 7 e 8 chilometro sopra i 4:40 la dicono lunga!

A 2 km dall'arrivo vengo superato da Linus in scioltezza. Chiuderò in un scandoloso 45:22. Il risultato peggiore delle tre 10km che ho disputato.

Della serie sarà per la prossima volta.

Ora settimana di scarico prima di un programma serio per una 10km da PB.

Buone COrSE a tutti.

18 ottobre 2010

Personal Best a Cremona!


1:38:29 è il mio nuovo personale sulla distanza della mezza maratona.

Ma andiamo con ordine, la cornice è la ridente cittadina di Cremona dove sbarchiamo in una 15ina di gipigioni (termine che indica l'appartenenza al Gruppo Podistico Gorgonzola 88'). Sbarcare è la parola esatta perchè il meteo di domenica mattina era implacabile: pioggia battente e primo freddo invernale.

Si parte con il buio e dopo un'ora di viaggio arriviamo puntuali al ritiro dei pettorali. Qui c'è la prima bella sorpresa nel pacco gara un bel paio di occhiali da sole da corsa che erano nella mia lista dei prossimi acquisti.

Il riscaldamento è d'obbligo così come un bel caffè caldo. Per fortuna memore di altre giornate di pioggia avevo con me il classico sacco di plastica da usare prima della partenza, si è rivelato preziosissimo!!!

Quando mancano 10 minuti alla partenza ci infilamo tra gli altri 2.500 podisti e aspettiamo il conto alla rovescia. Peccato che scegliamo di stazionare a 1mt dalle casse della speaker, quasi divento sordo!

Farò una gara in solitaria dato che i miei tempi non combiaciano con quelli degli altri.

Purtroppo le tante persone mi rallenteranno nei primi km così come il Garmin che decide di prendere solo dal 5 in poi. E' in questi primi km che accumulerò il ritardo che non mi consentirà di arrivare al'1:37 prefissato prima della partenza.

La seconda parte di gara  è quella che mi è piaciuta di più. Ritmo costante e regolare a 4:35 con punte di 4:29. Il percorso è bello, tratti di campagna e molti vialoni alberati. Supero poi parecchi podisti dal 10km in poi, circa un centinaio e questo mi fa capire che ne avevo di più mannaggia!!!

Cito i due podisti del runner Bergamo: un non vedente con il suo accompagnatore. Da lodare!

In alcuni tratti bisogna saltellare per evitare le pozzangherone ma la corsa fila via liscia.

L'ultimo km è duretto perchè presenta prima una salita costante di circa 300 mt e uno strappo finale davvero ripido di un centinaio di metri taglia gambe.

Direi che sono soddisfatto con un po' di rammarico. Ma tanto di gare ce ne saranno infinite, quindi sotto con la prossima!

Buone COrSE a tutti

15 ottobre 2010

A noi due CREMONA!


Mi ricordo come se fosse ieri la decisione di seguire la tabella di Albanesi per la mia futura mezza maratona dove avrei cercato naturalmente di migliorarmi (cosa direi facile visto la base scarsa del personale da cui partivo).

Le prime sensazioni quando l'ho letta passo per passo sono state: non ce la farò mai è troppo dura. Poi mi sono semplicemente detto che dovevo pensare al singolo allenamento e che al massimo avrei aggiustato il tiro strada facendo. Beh di strada ne ho fatta.. 500km circa in due mesi di allenamenti saltandone davvero pochi. 

Ora restano gli ultimi 21 e rotti. Allenato sono allenato, mentalmente ci sono e il meteo da pioggia il chè per me soggettivamente è un vantaggio quindi...

Non mi resta che CORRERE domenica.. e dato che correrò mi sento già un vincitore!

Buone COrSE a tutti

8 ottobre 2010

Esame di ammissione per Cremona superato!


Eh si ieri sera mi sono sentito come ai vecchi tempi a scuola quando c'erano le interrogazioni .. la differenza è che all'appuntamento sono arrivato pronto invece a scuola ogni tanto mi succedeva di arrivarci non proprio preparatissimo (sapete dalla seconda sueriore in poi ho scoperto che al mondo c'erano anche le ragazze e lo studio ahimè è passato in secondo piano).

Ma torniamo a ieri sera.. mi sono presentato davanti ai tre esaminatori: da destra verso destra vi presento il primo 5.000 a RG + 5, al centro dopo un intervallo di 1500 a ritmo CL abbiamo il secondo 5.000 (RG+5) e alla vostra destra sempre dopo una pausa di 1500 a ritmo CL l'ultimo 5.000 a RG+5.

Mi presento all'esame con una divisa troppo formale per l'occasione, infatti le maniche lunghe non ci azzeccavano molto con la temperatura altina di ieri sera. Ma siamo abituati a soffrire quindi guardiamo avanti..

2 km di riscaldamento e il primo esaminatore parte con le prime richieste, non inganni il viso paffuto e occhialini alla Camillo Benso Conte di Cavour, anche se siamo solo all'inizio vuole comunque delle risposte concrete che puntamente arrivano: i primi 5.000 scorrono via senza problemi.. 4:37 la media, 3 sec in meno dell'obiettivo.

Dopo qualche minuto di "pausa attiva" giusto il tempo per riprendere fiato nei 1500 condotti a corsa lenta subentra lei, tipica insegnante modello signorina Rottermeier di Heidi che non aspetta altro che un passo falso per bocciarrmi.. inizio così spedito e fino ai primi 3.000 va tutto bene, solo le gambe cominciano un po' a indurirsi nei successivi 2 km ma riesco comunque a rispondere alle martellanti esigenze della Rottermeier e chiudo in 4:38 di media.

I successivi 1500 di recupero a 5.15 leggermente più lenti del dovuto mi servono per concentrarmi e preapararmi all'ultimo ostacolo, vedete infatti voi stessi l'espressione del terzo esaminatore, uno che la sa lunga cercando di farmi capitolare nell'ultima prova. Ma come dicevo all'inizio sono arrivato fin qui preparato e faccio girare le gambe nonostante siano un po' provate. Il fiato regge e l'allungo finale ne è una riprova. Incasso un  4:37 anche nell'ultimo 5.000 e mi guardango il diritto di correre a Cremona con buone speranze di PB!

Buone COrSE a tutti

4 ottobre 2010

Aiutoooo.. mi aspetta una settimana piena di km!

La settimana appena conclusa è stata buona con 5 uscite totali qui riassunte:

LUN - Riposo
MAR- 15km CL (5:00)
MER- Riposo
GIO - 5x1000 (4.32) con recupero 400mt (5:00)
VEN - 11km CL (5:00)
SAB - 2 km risc + 9km RG (4:35)
DOM- 14 km PG: 8km (4:55) 4km (4:37) 2km (4:11)

Non ho potuto distribuire i riposi e gli orari delle uscite come avrei voluto per poter far coincidere lavoro e sopratutto famiglia (Alessandro e Leonardo sono paragonabili a un test sui 10.000 e a un lunghissimo da 32km..) Per fortuna c'è il mio amore Santa Barbara che li tiene a bada :-)

Sono contento del progressivo di domenica che ho corso a Bellinzago Lombardo insieme al mio gruppo podistico il GPG'88, ma le due uscite qualitative dovevano essere più lunghe.. comunque chi si accontenta gode!

Ora arriverà la settimana peggiore da un punto di vista dell'impegno in km, considerando che il meteo non sarà dei migliori ci sarà da rimboccarsi le maniche a cominciare da stasera con un LL da 20km..

Ecco quello che mi aspetta con immagine esaustiva delle smorfie che farò durante questa settimana:

LUN - FL 20 km
MAR - Prima riunione con i preparatori atletici a Cernusco S.N. con test in pista.
MER - FL 12
GIO - 3x5000 (RG+5) rec. 1500 m FL
VEN - FP 14 km
SAB - RIPOSO
DOM - FL 23km

Totale km: 87 senza contare riscaldamento, defaticamento e test in pista..

Della serie cosa non si fa per un personale!

Buone COrSE a tutti

28 settembre 2010

Mezza del VCO tra i ricordi più belli



Da sinistra in piedi : Lucky, Alessio, Pimpe, Luca "Gingko", Hal78 - seduti da sinistra Furio, Patty, Stefano e MIKA!


Potevo scegliere anche il titolo
"la giornata perfetta" per questo post, sia da un punto di vista sportivo che
di arricchimento personale e umano.

Se qualcuno 9 mesi fa (a gennaio 2010 ho iniziato seriamente a correre) mi avesse detto che a metà settembre avrei corso una mezza maratona in 1 40 come allenamento e che subito dopo sarei stato a tavola con delle magnifiche persone, con cui fino al giorno prima mi ero solo scritto attraverso un blog lo avrei preso per pazzo!

Riavvolgiamo il nastro dei ricordo piacevolissimi premendo il RWD<<<<<< .. appena alzato sono già pimpante, porto Leonardo, mio figlio più grande dai nonni per liberare la mia dolce metà dall'avere i due terribilissimi maschietti per tutta la domenica da sola. Il muso della macchina punta a Nord verso Gravellona Toce. Parcheggio senza problemi e mi dirigo allo stadio. Al ritiro pettorali vedo subito la Patty gentilissima a consegnarmi il pacco gara "truccato" contenente la maglia tecnica con la taglia S per la mia dolce metà. Grazie Patty!!!

Mi giro e si materializza davanti a me il mitico Pimpe (ma allora esisti veramente!!!) in compagnia di Furio già conosciuto alla Ossola Trail. Vado a cambiarmi negli spogliatoi e incrocio Kikko che in garà volerà con il suo PB (siamo ancora in attesa dell'antidoping per dare l'ufficialità).
Mi porto vicino alla partenza e finalmente anche l'ologramma di Hal78 si materializza in carne ed ossa. Gli chiedo come va il ginocchio e mi mostra una zampogna, ma questo non gli impedirà di esordire con un signor tempo. Pare che un anonimo abbia chiesto la composizione dell'antidolorifico iniettato prima della gara per usarlo a Cremona....

Piccolo riscaldamento e bang: 850 coppie di piedi partono all'unisono. Non so perchè ma è uno dei momenti che preferisco quello del rumore di tutti i passi sull'asfalto!

Non faccio in tempo a impostare il ritmo che sento una voce da dietro che mi chiama chiedendomi se sono Luca. Era l'ultimo che mancava all'appello: il mitico TEO che mi ha riconosciuto da dietro (ma allora sono fotogenico!).

Nei primi 2 km io Teo e Hal teniamo la stessa andatura, crica 4:35 al km, nei miei programmi però è un po' altina, non vorrei fare l'errore di Senago e ritrovarmi in crisi negli ultimi km. Con il senno di poi forse non sarebbe successo ma decido di ascoltare la mente e non il cuore.

Mi assetto quindi alla velocità di crocera di 4.45 al km e vedo pian piano Hal e Teo staccarsi.

Il percorso è davvero bello sopratutto i tratti adiacenti i corsi d'acqua. E' in uno di questi punti che una voce alla mie spalle mi grida che il paesaggio è identico a Gorgonzola con risate dei podisti vicini, vero Stefano ?

La mia gara trascorre costante e i parziali sono sempre vicini ai 4:45 prefissati. In prossimità di un leggero tratto in salita che mi fa perere 2/3 sec al km scorgo un'ombra con le trecce che incombe su di me.. è la Patty che risalirà le classifiche con un bellissimo PB di 1:40:00 spaccato.

Seguirà un tratto dove pagherò qualche secondo per la brezza contraria. Le gambe comunque girano bene e il respiro è regolare. Anche il temuto 15esimo se ne va via senza problemi.

Gli ultimi 2 km li faccio in progressione (4:35 e 4:29) come da allenamenti settimanali. E' qui che vedo Teo che mi dice di essere in crisi, lo incoraggio comunque a proseguire memore che c'ero io al suo posto due settimane prima.

All'entrata allo stadio mi affianco a Stefano e chiudo in 1:40 36 che inizialmente credevo fosse il mio personale (non ho più memoria è ufficiale) che invece rimane quello dei Genova in 1:40:28. Poco male non era oggi il giorno per battere me stesso.

Il post gara è stato divertente quanto la gara con un bel pranzo organizzato splendidamente dal Pimpe e la Patty.

Un saluto a tutti i commensali nessuno escluso. Barbarella e Franchino compresi, con cui spero di riuscire a scambiare qualche opinione alla prossima occasione!

Un speciale ringraziamento e saluto a Luciano che è arrivato direttamente da Boston per essere il fotografo ufficiale della gara !!!

Buone COrSE a tutti.













21 settembre 2010

Vero o Falso?



Fate i bravi.... non sono cambiati i contenuti di questo blog solo che mi sembrava un'immagine eaustiva per spiegare i dubbi di questo periodo :-)
Cercherò di riassumere le due settimane settimane trascorse super concentrate tra allenamenti, test e un paio di gare a cui ho partecipato. Il tempo infatti è stato tiranno e il lavoro mi ha impedito di aggiornare il blog...
I test che avevo fatto prima di iniziare la tabella mi avevano portato a pensare di poter tenere a Cremona tra un mese un passo di 4.30 al km ma ahimè settimana scorsa in quel di Senago alla mezza maratona delle Groane dovevo tenere un 4.45 al km per tutti i 21 km della gara:
al 15esimo km mi sono lettaralmente piantato. Peccato perchè fino a quel momento avevo tenuto un passo continuo. C'è da dire che il giorno prima avevo gareggiato nel pomeriggio a Gorgonzola in una 6 km competitiva organizzata dal mio gruppo podistico a cui non potevo dire di no. Se aggiungiamo che c'era davvero caldo potrei anche pensare a uan serie di fattori che mi hanno limitato. Ma mi sono davvero trascinato gli ultimi km per cui appunto il risultato del test era VERO o FALSO?
Il giorno prima i 6 km li avevo chiusi in un onorevole (per me) 26:20 tirando si ma non al limite, piazzandomi 12esimo nella classifica del mio gruppo appunto su una 40ina di partecipanti (in totale eravamo 200)con una media di 4.22 al km.
Sta di fatto che ora sono propenso a ridimensionare l'obiettivo a Cremona partendo magari da un 4:40 al km e aggiustandolo nel corso della gara. Non voglio partire troppo forte per poi ritrovarmi ad arrancare negli ultimi km..
Domenica alla mezza del VCO voglio godermi la corsa e il panorama senza strafare.
Mi è sembrato infatti di prendere troppo sul serio la tabella dimenticando che la corsa è prima divertimento :-)
Registro infine il nuovo recordo di km percorsi in una settimana: 67 tra cui anche un bel lento ad Ascoli Piceno dove ero in trasferta per lavoro.
Buone COrSE a tutti

6 settembre 2010

E ad Almenno San Bartolomeo sono 65!




Avrei preferito fossero 69 ma non si puo' avere tutto dalla vita :-)
Naturalmente parlo di km, più precisamente quelli percorsi questa settimana, (mi spiace ma per le ultra non sono ancora pronto) record personale in attesa dei PB che spero arrivino questo autunno visto l'impegno profuso..


Viaggio ormai a vele spiegate con 5 allenamenti a settimana sotto l'ala protettrice della tabella di Albanesi.

Ho solo dovuto modifcare il chilometraggio del LL di domenica, mi aspettavano 20km pianeggianti, ma mi sono ritrovato alla bella corsa di Almenno San Bartolomeo, con il mio gruppo podistico il GPG 88', a percorrere una collinare con i fiocchi con strappi in salita, scalinate da fare al passo, (nonostante il buon Piero avesse scritto nella mai di presentzione che era pianeggiante!!) Della serie nella vita è tutto relativo :-)

Sono comunque contento perchè il percoso è stato davvero suggestivo, parte tra i borghi bergamaschi e parte in un bel bosco con i sentieri che costeggiavano un campo di golf. E che dire poi di 2 bei kg di riso qualità extra come riconoscimento alla fine della corsa? Tutti i particolari dell'itinerario al link: http://connect.garmin.com/activity/47821929

Dicevo dei 65km totali percorsi, qui di seguito il riassunto con in evidenza le ripetute al ritmo confermato del test sui 5.000mt della settimana precedente. Confortante l'aumento del ritmo nelle 6 ripetute da 1.000.


LUN Riposo
MAR - FL 16km ritmo medio 5:04
MER - FP 12 km (8 km Fl + 4 km FM)
GIO - 4000 (4.30)+4' rec. fermo + 6x1000 (4.22) rec. 1'30" (5:05)
VEN Riposo
SAB - 1 km risc FP 10 km: 5km FL (4.96) + 2km FM (4.41) + 2km (4.33; 4:22)
DOM - 12 km collinare ritmo medio 5:53

Totale km 65.

Buone COrSE a tutti.

1 settembre 2010

AAA Nuovi percorsi cercasi


Inizio dal riassunto della prima settimana della tabella di Albanesi che sto seguendo. La novità è che ho portanto le mie uscite dalle 3/4 alla settimana dei mesi precedenti a 5 fisse.

LUN riposo
MAR - 2km risc + FM 10 km media 4:52
MER - 2 Km risc + test 5.000 media 4:07 + 2km def
GIO FP 1km risc + 10km progr
VEN riposo
SAB - 2km risc 4x2000(4.22 media) rec. 2' da fermo + 2 km def
DOM - FL 13km ritmo 5:03

Totale km percorsi 56

Nella settimana appena iniziata me ne aspettano 72, (di cui 16 già messi in cascina ieri) quindi i soliti percorsi vicino a casa cominciano a starmi stretti!!!
I fondi lenti della domenica li copro con le tapasciate come quella di domenica in quel di Merlino dove ho corso con Diego e Giorgio e il mio gruppo podistico il GPG' 88: percorso tipicamente di campagna con un bel tratto sul torrente Muzza. impagabili le girelle al cioccolato nel ristoro finale, sono tornato indietro di 20 anni quando le mangiavo a merenda!!!
Rimangono però altre 4 uscite settimanali da svolgere e quindi ieri ho intrapreso una nuova via come quando gli scalatori cercano nuove strade per arrivare in cima alla montagna. Mi si è aperto praticamente un mondo nuovo dato che dove vivo c'è il problema della non presenza di ciclabili e il mio paese rimane tagliato fuori da quelli limitrofi dove invece ci sono dei bei tragitti da fare.
A metà del mio solito percorso abituale scoperto prima dell'estate mi sono infilato in una direzione che non avevo mai preso ritrovandomi dopo un paio di km in un punto dove avrò solo l'imbarazzo delle scelta per nuove strade.
A volte correndo sui soliti tragitti è come se le strade che non si sono mai percorse presentino delle barriere invisibili che inconsciamente non attraversiamo. Sarà la sicurezza di un percorso a noi familiare che ci frena nel provare altre vie. Magari è una cosa che provo solo io.
Per fortuna ieri non è stato così e non vedo l'ora di provarne altre.
Buone COrSE a tutti.

26 agosto 2010

Test sui 5.000: soddisfatto.



Tempo di verifiche dopo le 4 settimane di costruttivo in vista dell'obiettivo principale della mezza di Cremona.

Questa settimana e la prossima saranno dedicate ai test per centrare al meglio il ritmo gara da tenere.

La tabella di Albanesi che sto seguendo prevedeva come test principale un 5.000 tirato.

Ho individuato tra i miei percorsi abituali quello che si prestava meglio per tenere un ritmo uniforme e ieri sera armato di buoni propositi sono partito con un riscaldamento di 2km seguito da stretching.

Con fiato e gambe messe a punto e tenuta da battaglia non mi restava che premere il tasto Start sul Garmin..

Pronti via e mi porto subito a regime con l'obiettivo di una media di 4:15 km. Dopo un breve tratto al buio inforco la ciclabile di Omate che è lunga quasi 2km senza nessuna curva così da cercare di tenere un ritmo costante (e' così che vuole il buon Albanesi).

Sbircio il quadrante e noto un 4:21 di media e cerco di aumentare i giri motore. La sferzata porta i suoi frutti: al primo km leggo un perfetto 4:15!

Supero qualche anzianotto che passeggia alle 20 di sera e mi sembra di tenere bene anche se so che i conti si faranno solo alla fine. Il bip del Garmin mi segnala il secondo km terminato: 4:13. Direi perfetto!

Tra poco il percorso cambierà, c'è una svolta che mi porta su una seconda ciclabile alberata che finisce davanti al casello dell'A4 di Agrate Brianza, da li c'è il tratto di rientro verso il punto di partenza. So che è lunga poco più di 1km quindi non mi preoccupo di guardare il Garmin e mi fiondo tra gli alberi.

Le sensazioni sono positive le gambe vanno bene e il fiato è accettabile. Fortunatamente c'è poca gente così non ho distrazioni.. BIP BIP: il 3° km lo chiudo in un ottimo 4:02!! Sono decisamente in progressione ma sapevo che i primi 3km sia come percorso che come testa sarebbero stati "facili" ora verrà il bello..

C'è un tratto nervoso che passa davanti a una zona industriale in leggera salita, spero di non pagare dazio e la affronto con cattiveria agonistica. Il tratto finale è su una strada al buio. Sento solo il mio fiato che si è fatto corposo e sempre più corto.

Si insinuano i primi sospetti di crisi immimente ma tengo duro e obbligo le gambe a girare. Alla fine del 4km si accende la spia della riserva, lo capisco da quante volte guardo il Garmin. Più sono frequenti gli sguardi al quadrante più sono stanco! Chiudo il 4km a 4:10 e mi si accende un sorriso. Devono tenere duro per altri 4 minuti cosa vuoi che siano? Beh sono stati i 240 secondi più lenti della mia vita :-)

Complice la strada che terminerà con un cavalcavia ssono obbligato a tornare indietro per gli ultimi 700mt che voglio fare su un rettilieno in piano, non mi posso permettere infatti di affrontare la salita di un cavalcavia in quel momento pena un infarto!

Da quel momento credo di aver guardato il garmin 7 o 8 volte.. ho scavato il fondo del barile per cercare di terminare senza rovinare la media. Penso che chi è passato dall'autotrada a quell'ora abbia sentito il rantolo del mio respiro.. impagabile leggere sul Garmin 4.930mt, mi lancio così nonostante tutto nel rush finale..

Sento il bip e fermo il tempo... finale: 20:39 con una media di 4:07 al km, con l'ultimo corso in 3' 58" da applausi!!!! Questo significa che se Albanesi ha ragione, potrò puntare alle mezza di Cremona a un ritmo di 4' 30" km.

Considerando che ho corso da solo e senza una preparazione specifica sono molto soddisfatto. Viva i percorsi collinari della Sardegna!!!

Buone COrSe A TUTTI

23 agosto 2010

Vacanze in Sardegna e costruttivo terminati!

Ahimè anche queste vacanze sono terminate, destinazione di questa estate è stata la Sardegna a Porto Pirastu sulla Costa Rei. Davvero un bel posto che non conoscevo, nonostante io sia già stato tre volte in Sardegna in passato.

A parte le bellissime spiaggie la particolarità è stata nel NON trovare il solito affollamento e scoprire ancora dei posti fuori dai circuiti turistici. Un po' come correre un bel trail invece della solita tapasciata :-)

Due settimane all'insegna della natura e della corsa naturalmente. Il periodo coincideva con l'ultima parte del costruttivo in vista della mezza maratona di Cremona di metà ottobre.

Davvero belli i percorsi che partivano dal villaggio dove alloggiavamo in bungalow insieme ad altri amici tra cui Paolo (cibulo). La prima cosa che ho notato è stato l'enorme numero di podisti che incrociavamo a tutte le ore (quello qui a fianco stava facendo un recupero da fermo). Ho corso in diversi posti per via anche del mio lavoro ma non ho mai visto così tanta gente correre!

Per quanto riguarda i km percorsi e la tipologia di uscite sono state per la maggior parte LL e CL con qualche progressivo per mettere km nelle gambe. Complessivamente ho corso 90km, potevano essere di più se non fosse stato per uno sfogo allergico dopo un'immersione a 30mt nel fondale qui sotto fotografato.




Sono comunque soddisfatto perchè i percorsi erano tutti dei saliscendi e molto allenanti a livello muscolare. E comunque nella seconda settimana ho registrato 50km tondi tondi.

Seguiranno ora due settimane di test per determinare il ritmo degli allenamenti specifici che spero non siano SPINOSI come i fichi d'india in questa foto.




Buone CorSE a tutti.



4 agosto 2010

Buone Vacanze a tutti!


Destinazione Sardegna, più precisamente a Costa Rei località Porto Pirastu .
La foto è proprio della spiaggia dove passeremo due belle settimane di relax senza farsi mancare le corse naturalmente, presa direttamente da Goggle Earth.
Auguro a tutti buone vacanze!!!
L'aggiornamento del blog riprenderà dal 23 agosto.

2 agosto 2010

Correndo in giro per l'Italia


Dopo l'Half Ossola Trail avevo due scogli da superare: i dolori post gara che non mi hanno permesso di correre lunedì e una intensissima settimana lavorativa all'insegna degli spostamenti...

Come se non bastasse proprio questa settimana era la prima costruttiva della tabella che mi porterà a correre la mezza maratona di Cremona in ottobre.

Dicevo che il lunedì è stato dedicato al riposo, dal giorno successivo però è stato un susseguirsi di incastri e km in auto in aereo e di corsa!

Martedì sveglia alle 5:30 e partenza in auto da casa (Caponago, Mi) con destinazione Faenza (Ravenna) tre ore di auto e riunione fiume con 9 persone tra cui due americani e un turco alla Cisa famosa fabbrica di serrature.. appena terminata la riunione mi ributto in autostrada con fermata a Modena dove mi gusto un bel panzo alla Baia del Re, un ristorante vicinissimo all'uscita di Modena Sud e che consiglio a chi trasita da quelle parti: piatto di affettati misti e un bel primo di tortellini..

Nonostante la stanchezza approfitto dei saldi e percorrendo la Modena Brennero mi fermo a Mantova all'Outlet adiacente l'autostrada per qualche acquisto.

Ripartenza e rientro a casa a Milano giusto per un bella CL di 12km che mi servirà a smaltire in parte i dolori muscolari.

Non faccio in tempo a chiudere gli occhi dopo la doccia che la sveglia suona alle 5:30.. mi aspetta un volo da Linate(Mi) che mi porterà a Brindisi, naturalmente in valigia ci metto il kit per la corsa :-)

Arrivo alle 8 mi prelevano e in auto andiamo a Bari da un paio di clienti, rientro a Brindisi nel pomeriggio, varie riunioni, cena di lavoro e pernottamento in una masseria adiacende l'aereoporto che conosco benissimo ormai. Per fortuna che la mattina dopo mi vengono prendere alle 9 del mattino così riesco ad incastrare una bella CLS sul lungomare di Brindisi.

Alle 22 l'aereo mi riporta a casa. Venerdì mattina lo passo in ufficio a Paderno Dugnano (Mi) e in mezzo ci scappa una visita cliente a Bussero (Mi) prima di partire per la montagna e raggiungere la famiglia a Orezzo (Bg).

Il sabato mattina ripeto l'allenamento della settimana scorsa con qualche km in più.. 5 km in salita alternando 0,5km al passo con 0,5km di corsa arrivando a Ganda. (con passeggino e Alessandro) rientro di corsa in discesa a 4:45 al km. Totale 10km sempre naturalmente con passeggino (ormai ho acquisito la tecnica in discesa con i tornanti) . Qui apro una parentesi perchè all'arrivo a Ganda mentre rifiatavo gustandomi il panorama, un ciclista mi dice: complimenti eh!! Ti ero dietro ma non riuscivo a prenderti e pure correvi con il passeggino.. complimenti!

Sabato sera siamo rientrati a casa e la domenica mattina mi sono regalato un LL da 14km a Carugate(mi)..

Settimama chiusa con 5 allenamenti e 55km percorsi..

Ah cosa non si fa per allenarsi :-)

26 luglio 2010

Half Ossola Trail 2010




Driiiinnn.. 5:30 del mattino, risveglio mattiniero carico di aspettativa: ho in programma, insieme a Paolo (Cibulario) la mia prima trail di 25km. Alle 6:00 puntualissimo Paolo si presenta sotto casa mia e si parte per Vogogna (VB). Autostrada liberissima e viaggio tranquillo a parte il telepass che fa le bizze (vorrà anche lui i ristori) con numerose chiamate agli operatori di Autostrade per farci alzare la sbarra.

Arriviamo a Vogogna attraversando un ponte strettissimo, mancava solo Caronte che ci chiedeva una moneta per farci passare dall'altra parte.. misure a prova di SUV, se non fosse stato per un ciclista infatti non saremmo transitati pensando fosse, da quando era stretto, solo per le bici!!

Non appena scendiamo dall'auto ci assale un aria pungente (16 gradi!!). Ritiriamo i pettorali e ci rifugiamo in una caffetteria dove conosciamo Furio e la Patty.

Il brifing prima della partenza è concentrato ed esaustivo. Io e Paolo ci guardiamo con aria interrogativa quando viene citato subito all'inzio un tratto da fare con l'aiuto delle corde !!!???

Count down 5,4,3,2,1.. via.. giro veloce del castello con annessa scalinata e imbocchiamo il sentirero che sale immediatamente: è talmente ripido che per i primi 3 km si procede al passo con vari imbottigliamenti che cerchiamo di schivare. Davvero suggestivo il famoso tratto da fare con l'aiuto delle corde e il piccolo sentiero che in cima costeggia la montagna offrendo davvero un panorama mozzafiato della valla del Toce.

I ristori sono frequenti e abbondanti e cadenzati ogni 2 o 3 km. Guardo il Garmin dopo il terzo km e segna più di 40minuti!!! PB negativo da quando ho iniziato a correre :-)

Parte la discesa che ci porterà alla parte centrale della gara, qui si nota la differenza tra chi è non è abituato ai trail (io) e gli altri. C'è da dire che prudentemente siamo partiti in mezzo al gruppo così da far andare i più veloci.

I miei muscoli che non sono di certi abituati a dover sostenere 72km in discesa cominciano a protestare e imballarsi. Bellissimo però il percorso con fiumiciattoli che scorrono sotto i nostri piedi e il sentiero è davvero da cartolina.

Attraversiamo un borgo e comincia il falsopiano dove guadiamo letteralmente un torrente per poi percorrere un bel boschetto e l'unica parte di asfalto, compreso il suggestivo ponte sul Toce (vedi foto).

Come temevo i primi problemi arrivano alla seconda salita che per lunghi tratti percorro camminando con Paolo che scalpita adducendo a strane teorie sul fatto che correndo sentirei meno la fatica:-)
Arrivati faticosamente in cima altro bellissimo panorama. Ci aspetta la seconda e ultima discesa, dopo 2km di sentiero pianeggiante, davvero ripida dove faccio una fatica tremeda con le gambe che protestano ad ogni appoggio sui ciotoli. Terminata la discesa mancano 4km all'arrivo. Mi si accende la spia dell'allarme già al primo dei 4km dove ci sono le avvisaglie dei crampi. Il fiato regge ma muscolarmente sono ko. Paolo ci prova dicendo che è tutto nella mia testa ma dal tronco in giù qualcuno non è d'accordo!

Gli ultimi tre km (a me sono sembrati una maratona) saranno un susseguirsi di parti camminate a parti di corsa con buona pace di Paolo che sarebbe sicuramente arrivato una buona mezz'ora prima e forse qualcosa di più.

L'arrivo a Megozzo è suggestivo con il tappeto rosso posto sul lungolago! (foto sotto) Lo speaker scandisce i nostri nomi che sanciscono la fine della nostra corsa.


Le sensazioni sono state di una bellissima corsa che consiglio a tutti per i panorami impagabili nonostante la fatica degli ultimi 3km, dovuta al mio poco allenamento sulle distanze oltre i 20km.

Tempo finale 3:08:56 57sima posizione su 91 partecipanti. Qui di seguito i dettagli della classifica http://www.ossolatrail.com/media/2010/risultati/ossolahalftrailassoluta.pdf

Paolo sicuramente sarebbe potuto arrivare tra i primi 30 che per avermi "trainato" negli ultimi km nonostate le mia gambe lo volessero mandare a quel paese!

Ultima nota sull'organizzazione: perfetta! Ristori ben forniti e in gran numero. Segnaletica a prova di stupido e tantissimi volontari sul percorso. Insomma bellissima gara e giornata.

Rientro in navetta con pulmino della croce rossa e scambi di informazioni con altri podisti su gare più o meno suggestive.

Buone COrSE a tutti.

19 luglio 2010

6a Corri in centro Clusone

Conosco bene questa particolare cittadina turistica in Val Seriana dato che è praticamente vicinissima alla casa di villeggiatura dove la family staziona durante il mese di Luglio con il sottoscritto che si fa avanti e indietro nei week end.
Immaginate come mi si sono illuminati gli occhi quando ho visto, scorrendo i siti delle corse in programma, questa corsa competitiva di 6km da percorrere nel centro storico che è davvero suggestivo e il cui percorso è decisamente allenante visti gli infiniti sali scendi.
Prelevo moglie e figlio lasciando il minore ai suoceri e ci rechiamo a Clusone. Fortunatamente non c'è coda e riesco anche a trovare parcheggio vicino alla partenza!!!
Ritiro il pettorale e pacco gara: un completo da calcio con la scritta corri in centro clusone sul colletto. Non male per 7 €.
Torno alla macchina mi cambio con tranquillità, giretto per Clusone e scegliamo un posto da dove Barbara e Leonardo faranno il tifo e spero qualche foto.
Mentre faccio un giro di riscaldamento ci avvisano che verrà divisa la corsa maschile da quella femminile con grande gioia di mia moglie che dovrà aspettare fino alle 22 la partenza :-(
Il bang lo sentiremo sotto il gonfiale posto vicino alla piazza del famoso orologio qui sotto in foto.

Dopo aver visto transitare le donzelle mi posiziono alla partenza.. megafano con le ultime indicazioni e (io scelgo di mettermi nelle retrovie, non voglio essere calpestato da un plotone di begamaschi scalpitanti) BANG!!
Dopo lo sparo in 150 ci riversiamo negli stretti cunicoli a rotta di collo.
La prima parte del tracciato (2 km da parcorrere tre volte) è facile, infatti dopo un breve falsopiano si corre per 500mt a piombo verso la parte bassa del paese.
La percorro forse troppo velocemente (mai corso in discesa in vita mia!!!) anche se ancora non pago dazio (ma è un pre allarme) . L'anello continua con uno zizzagare di stretti cuniculi per poi cominciare a salire verso il parcheggio dove ho lasciato l'auto. Da qui una stretta U ci riporta verso il centro storico dove comincia la via crucis: il tempo di vedere Barbara che mi scatta una foto e Leonardo che suona la trombetta (tifo da stadio!) ed iniziano le pendenze belle toste che si fanno sentire sulle mie povere gambe allenate alla sola pianura padana.
Il fiato si fa corto al primo passaggio dei 2km che chiudo in poco più di 8 minuti in mezzo al gruppo. Saggiamente uso la discesa del secondo giro per recuperare energie e fiato venendo infilato da diversi indigeni del luogo che non sembrano patire il percorso più di tanto.
La seconda salita è dura da digerire anche se ho la forza di salutare il mitico Leonardo con la sua trombetta facendo ciao con la mano (e chi ce l'ha il fiato!). Passaggio al secondo giro in 9 minuti abbondanti con allungo per non farmi doppiare dai primi (ma da che pianeta arrivano?????). Ora non vengo più superato da nessuno e cerco di mantenere orgogliamente la posizione con i denti.
L'aver rifiatato nel secondo giro mi fa andare discretamente nel terzo che chiudo in 8 e 30 circa recuperando un paio di posizioni. In classifica finale sarò poi 120esimo su 150 partecipanti (escluse le donne).
Stremato all'arrivo ci congratuliamo in tre (io il podista che mi precedeva e quello che ho superato nel finale). Sinceramente questi gesti sono quelli che mi ripagano delle fatiche della corsa.
Ricco e ben fornito il ristoro e organizazione (a parte lo spostamento di mezz'ora) impeccabile. Simpatica la doccia di vapore posta a metà del percorso per rinfrescare i corridori. Tutto il tragitto transennato e davvero un bel tifo.
Sicuramente l'anno prossimo cercherò di rifarla presentandomi meglio all'appuntamento.
Di seguito i dettagli della settimana:
LUN 12 lug: LL 16km passo medio 5:19
MER 14 lug: 6km CL passo medio 5:11 (mattino) + 7,5km CLS passo medio 5:00 la sera
VEN 16 lug : 2km risc + gara 6km media 4:44 km
DOM 18 lug: 1km camminata in salita + 1 km corsa in salita + 4 ripeture da 200mt in salita (rec 200 mt cammimando) + 4km in discesa con ritmo medio a 5:24 con passeggino e Alessandro al seguito
Totale settimana : 45km

9 luglio 2010

Una corsa speciale per gli altri


Era un po' che ci pensavo.. da quando avevo lasciato, dopo 8 anni, per motivi di tempo, il volontariato in Croce Rossa volevo fare ancora qualcosa per gli altri.
Mi è capitata l'occasione un mesetto fa quando nel mio paese hanno organizzato uno screening gratuito con la misurazione della pressione, del colesterolo e altri valori.
Come sono entrato mi hanno subito chiesto se volevo diventare donatore e io ho risposto semplicemente si certo :-). Mi semravano proprio a caccia di donatori visto che la media di quelli che si facevano visitare era di 70/80 anni.
Parallelamente mi sono iscritto come donatore anche all'AIDO anche se spero vivamente di non diventarlo :-)
Così ho prima marcato visita al centro Avis ad Agrate Brianza per poi andare questo martedì all'Ospedale San Gerardo di Monza. Qui i donatori possono entrare in auto con un pass speciale.
E' tutto davvero semplice, mi hanno fatto prima un prelievo e successivamente con ECG per vedere se ero idoneo il tutto davvero in poco tempo. Da li passata un'oretta mi hanno detto che potevo donare EVVIVA sono sano :-)
La procedura è semplicissima, ti fanno sdraiare su una mega poltrona reclinabile e poi arriva un'infermiera che ti infila l'aghetto (io ho guardato dall'altra parte ih ih ih) e in 10 minuti è tutto finito.
Prendono il bel sacchettone rosso e lo portavo via. Te ne stai qualche minuto rilassato e pian piano a step ti fanno alzare. Poi ti spetta una "merenda" con toast, succo, acqua e caffè per darti un po' di energie.
Devo dire che come sensazioni fisiche nel pomeriggio della donazione ero spossato, come aver fatto un lungo lento ma senza dolore alle gambe.
Per chi non lo sa è previsto un giorno di ferie pagate anche se io nel pomeriggio in ufficio ci sono andato comunque.
Per quanto riguarda la corsa mercoledì sono andato a correre e dopo 10km mi sono sentito stravolto.. è un prezzo che ho pagato volentieri perchè vi assicuro che quando me ne stavo seduto su quella poltrona, la sensazione mentale era la stessa di un PB!
Per chi desidera informazioni: www.avis.it
Donare il sangue è un gesto di solidarietà...
Significa dire con i fatti che la vita di chi sta soffrendo mi preoccupa
Il sangue non è riproducibile in laboratorio ma è indispensabile alla vita
Indispensabile nei servizi di primo soccorso, in chirurgia nella cura di alcune malattie tra le quali quelle oncologiche e nei trapianti
Tutti domani potremmo avere bisogno di sangue per qualche motivo. Anche tu.
La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo di solidarietà da cui ognuno può attingere nei momenti di necessità
Le donazioni di donatori periodici, volontari, anonimi, non retribuiti e consapevoli... rappresentano una garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona.
Buone DONAZIONI a tutti!

8 luglio 2010

Mizuno Wave Ultima 2 RITORNO ALLE ORIGINI

Scelta fatta e ritorno alle origini con le MIZUNO WAVE ULTIMA 2.

Quando, più di un anno fa, ho iniziato la mia avventura podistica mi ero fatto consigliare su che scarpe potevano essere adatte a me e il commesso di allora mi aveva proposto le MIZUNO WAVE ULTIMA uscite da pochissimo dalla casa giapponese.

Nel messo le AIR ZOOM VOMERO 4 che mi sono sembrate molto più confortevoli. A lungo andare però mi sono sembrate "pesanti" come scarpe.
Naturalmente le lascio con i ricordi delle mie prime due mezze maratone ufficiali, delle due 10km e della mia prima 24x1 ora in pista con 900km percorsi.

Approfittando dei saldi e di una promozione ulteriore di Sport Specialist lunedì mi sono recato in negozio e ho trovato subito il mio numero e la scelta è stato immediata.

Qui di seguito una recensione che ho trovato:

La Mizuno Wave Ultima ha debuttato lo scorso anno e ha subito fatto colpo per gli elevati livelli di comfort e ammortizzazione che è in grado di offrire. Per il 2010 è riproposta con le stesse caratteristiche: ha intersuola alta, ampio inserto VS-1 nell'avampiede, è presente la piastra Wave che è la tecnologia Mizuno più famosa e ha la capacità di rendere la corsa fluida che ci si aspetta dai prodotti della casa giapponese.

Caratteristiche tecniche
E' una scarpa “tecnologica” Mizuno Wave Ultima 2. I migliori brevetti Mizuno sono tutti presenti, a cominciare dalla piastra Parallel Wave progettata per dare stabilità e assorbire gli impatti, senza dover correggere eventuali difetti nella meccanica di corsa. E' realizzata in pebax, un elastomero termoplastico che, per le sue proprietà di resistenza agli impatti e la sua capacità di restituire energia, è utilizzato nell'industria sportiva. L'intersuola ApMidsole utilizza una mescola che vuole essere più leggera, reattiva e resiliente della normale gomma EVA. La tecnologia Smooth Ride serve a minimizzare le rapide accelerazioni e decelerazioni che si verificano nelle fasi di corsa. Visibile dall'esterno, l'inserto VS-1 è posizionato in corrispondenza delle teste dei metatarsi al fine di ammortizzare e di incrementare la durata di vita della scarpa. E' noto che le scarpe running hanno una capacità di ammortizzazione limitata e non si dovrebbero superare gli 800-1000 chilometri. A resistere, invece, all'abrasione per il ripetuto contatto con l'asfalto è la gomma al carbonio X10. La dovuta traspirazione è affidata alla tomaia AIRmesh.

Caratteristiche estetiche
Le varianti di colore di Mizuno Wave Ultima 2 sono due e hanno entrambe tomaia bianca, inserti argento metallizzato di rinforzo e inserti flettenti che rendono il corridore visibile nelle condizioni di scarsa illuminazione. Si distinguono per il colore della fodera, del Sunbird e di altri dettagli che sono di colore rosso in una e blu/arancio nell'altra. Le misure europee vanno dal 39 al 50. Seguendo la numerazione americana si hanno incrementi di mezza taglia dal 6 al 12, per poi proseguire con 13 e 14. Il peso è di 350 grammi.

Profilo atleta
Mizuno Wave Ultima 2 è una scarpa di categoria A3, o massimo ammortizzamento, molto protettiva e ideale per chi ha appoggio neutro e supera gli ottanta chilogrammi oppure si dedica ad allenamenti di chilometraggio consistente.

Giudizio sintetico
Scarpa che conferma il positivo debutto di Mizuno Wave Ultima. Ha tomaia in AIRmesh, intersuola AP con piastra Parallel Wave, sistema Smooth Ride e inserto VS-1 nell'avampiede di ampie dimensioni. Il risultato è una scarpa molto ammortizzata dal peso di 350 grammi e dal profilo tecnologico medio-alto ad un prezzo simile a quello dei modelli concorrenti. Appartiene alla categoria A3, o massimo ammortizzamento, e ben si adatta a chi ha appoggio neutro e percorre lunghe distanze in allenamento.

5 luglio 2010

Caldo torrido alla 4 pass tra Pessan e Burnàc

Breve trasferta in quel di Pessano per l'ultima corsa in programma del GPG '88 prima della pasua estiva. Cade a puntino il percorso di 15km che utilizzo come incremento dei km nelle gambe.

Ritrovo al centro sportivo poco prima delle 8:00 ma sembrano le 14:00 di un giorno normale la colonnina di mercurio segna infatti 26 gradi!!

Parto insieme a Federico altro gipigione con l'intento di tenere circa 5:00 al km. Il percorso è pianeggiante e mi porta a percorrere alcuni tratti che conosco a memoria dato che li utilizzo come allenamento infrasettimanale.

Neppure i tratti corsi vicino ai canali di irrigazione portano beneficio. Corro addirittura a zig zag cercando l'ombra a più non posso. Nonostante il caldo riesco a tenere la media che mi ero prefissato considerando che ho timbrato tutti i ristori per bere e rinfrescarmi.

Nell'ultimo chilometro un miraggio.. vedo in lontananza il ristoro finale e negli ultimi 500mt mi prodigo in una progressione da PB premiamo da thè verde freschissimo e anguria a go go!



L'uscita di Pessano chiude una buona settimana che riassumo qui di seguito nonostante i tentativi dell'afa di fermarmi..
lun 28: 1km risc + 8 km CM a 4.45 + 1 km def
mer 30: 1km risc + 10 km CL a 5:00
ven 2: 1 km risc + PROG 2km 5:00 + 2km 4.50 + 2km 4:40 + 1km 4.30 + 1km 4:12 + 1km def
dom 4: 15km CL a 5:05
Totale km 46

30 giugno 2010

Albignano 20° trofeo Massimo Belloni


Settimana di ripartenza quella appena trascorsa. Dopo le due rigeneranti riparto con un chilometraggio a salire in vista dell 25km dell'Ossola Trial del 25 luglio. http://www.ossolatrail.com/index.php?p=home.

Tre le uscite per un totale di 30km. Una CL e un medio e a concludere doveva esserci la 10km di Verbania sabato sera che per problemi logistici ho sostitutio con una tapasciata ad Albignano dove era in programma una delle corse individuate dal GPG' 88.

Data la partenza fissa alle 8.30 me la prendo con calma visto che Albignano è a pochi km da casa mia, peccato che uno dei due amici con cui dovevo correre è finito ad Albiate (beh dai i nomi si assomigliano) questo ci fa arrivare alle 8.35 alla zona della partenza che naturalmente è deserta. Non riesco neppure a far partire il Garmin che in corsa poi non trova i satelliti.. GRRRR Per fortuna Diego ha il suo che ha acceso durante il tragitto in auto. Per il tempo finale mi affiderò al suo.

Passo decisamente basso, mi allineo infatti ai tempi di Diego e del suo collega che però dopo solo 1 km si stacca.

Il percorso è inizialmente in mezzo alle campagne per poi costeggiare il fiume Muzza. Timbriano il cartellino ad ogni ristoro e questo fa salire la media della corsa. Ma oggi ho deciso che il cronometro non deve essere un problema.

Mi concedo solo uno "sprint" negli ultimi due km in progressione per far andare un po' le gambe. All'arrivo ci sono gli altri del GPG che risulta essere il gruppo più numeroso (mega coppa da portare in sede).

Faccio contenta anche Barbara con una borsa gastronomica vincendo anche un pacco di pasta supplementare :-)

Ora incrementerò le uscite a 4 settimanali per non arrivare al 25 luglio senza benzina nelle gambe.

Buon COrSE a tutti





21 giugno 2010

2 settimane rigeneranti e bozza di programmazione



Dopo il periodo dedicato alle distanze più brevi con la 24x1 ora in pista e due 10km, è seguito uno stato di forma direi scadente.
Ho deciso quindi di inserire, in concomitanza di una settimana di vacanza in Toscana due settimane completamente rigeneranti con sole uscite di Corsa Lenta e Corsa Media.
In particolare ho riscoperto il piacere di correre la mattina presto vicino al mare. Complice una bella vacanza a Follonica, in Toscana dove ho scoperto, grazie alla corsa, delle zone davvero incantevoli, come un sentiro sterrato che costeggia la vecchia SS Aurelia che mi ha fato vivere il piacere del correre senza i patemi del cronometro alla scoperta di percorsi a me sconosciuti. Qui il link del percorso di 10km circa http://connect.garmin.com/activity/37648051.
Queste due settimane passate mi sono anche servite per pensare ai prossimi obiettivi vicini con uno sguardo all'autunno.
Sabato vorrei correre sul lago maggiore il Gran Prix a Verbania. una 10km a cui vorrei partecipare senza vellità di PB andandoci con famiglia e amici. Diciamo una corsa da turista.
Da qui partirei poi con il programma per l'obiettivo principe dell'autunno, la maratonina di Cremona del 17 ottobre. Ho pensato a un costruttivo di 6 settimane + 4 di potenziamento e 6 di specifico. Troppe secondo voi? Come minimo ho deciso di correre 4 volte a settimana. Obiettivo correre la mezza in 1:35:00 circa
Naturalmente nel mezzo alcune gare e/o test.. durante il costruttivo cade a pennello il 25 luglio la Ossola trail a cui sono già iscritto insieme a Paolo "Cibulo" di 25 km. La mia prima TRAIL!
Ho il dubbio se a settembre, un mese prima di Cremona, correre una mezza maratona come Test (pensavo alla mezza del VCo sul lago maggiore) oppure correre la Stralugano di 30km come LL. Consigli su cosa sia meglio?
Buone COrSE


14 giugno 2010

10K di Villasanta mi sento un gambero.


Posto con una settimana di ritardo dato che rientro da una bella settimana di vacanza in toscana la cronaca della mia ultima fatica agonistica in quel di Villasanta (MB).

Su suggerimento di Paolo (Cibulo) mi ero iscritto qualche settimana fa a questa veloce 10Km a numero chiuso. I tempi delle scorse edizioni erano di tutto rispetto quindi ideale per cercare di migliorare il 44' 40" di Saronno di un mese fa.

Ci rechiamo al ritrovo dove conosciamo Mauro (Maurob2r) e Lello (HardStyle) con cui ci siamo dati appuntamento al ritiro dei pettorali.

Fa l'esordio anche la nuova canotta dei Blogtrotters come evidenzia la foto :-)



Dopo qualche chiacchiera scambiata al mini raduno dei blogtrotters e il riscaldamento ci posizioniamo alla partenza. Qui incontro un mio cliente che scopro runners da molti anni.. della serie il mondo è proprio piccolo.

Sembra tutto perfetto, compagnia, circuito veloce, non molti corridori e tutti veloci quindi di sprono per migliorarsi.. dico sembra perchè la perfezione non esiste: è calato infatti un caldo improvviso che comprometterà la prova del sottoscritto insieme a una preparazione non proprio mirata per questa gara.

La tattica era semplice, cercare la regolairtà per 3/4 di gara per poi andare in progressione negli ultimi km. Per regolare intendo 4.20 4.25 al km che mi avrebbe permesso una proiezione finale intorno ai 44 minuti giusti giusti per migliorare il mio 44" 40'.

Ma si sa che quando i conti non si fanno con l'oste che in questo caso era travestito da 28gradi alle 8:30 di sera.. ma venaimo alla gara pronti partenza e via.. BANG..

Primo mini giro lanciato di 1km e alti 3 da ripetersi a sezioni di 3km l'uno. Guardo il Garmin e il primo km se ne è andato in 4:12 seguito dal secondo in 4:16. Troppa adrenalia e troppa fiducia nella settimana di carico precedente. Cerco di tarare i successivi a un ritmo a me più congeniale.. 4:27; 4:26; 4:31. Con il fieno messo in cascina nei primi due km lanciati dovevo solo tenere fino al 9km per poi dare tutto nell'ultimo.
Limito i danni con un 4:35 nel 6° km e poi il "dramma sportivo": crisi mentale e fisica che mi porta a rallentare vistosamente sfiorando addirittura l'idea di fermarmi. Sequenza da spompato tra il 7° e il 9° 4:34 4.36 4:41 per poi finire con un impeto d'orgoglio in 4.25.

Credo sinceramente di aver pagato i primi due km condotti un ritmo troppo veloce per me e il caldo opprimente ha fatto il resto. Di media ho peggiorato di 2 sec al km ma il mio personale non era certo dei migliori. Comunque tutto fa esperienza, è la mia prima gara agonistica in cui non miglioro ed è una nuova sensazione che ho già ottimamente elaborato.

Mi devo però abituare a queste gare di sofferenza anche molto mentali magari con più allenamenti di qualità.

Un paio di considerazioni sono per l'organizzazione che non è stata delle migliori a partire dal ristoro che presentava solo acqua con un pacco gara da discount alimentare.

E poi il dover resituire il pettorale sgualcito che verrà riutilizzato nella prossima edizione mi è sembrato davvero esagerato!!!!!



Vedrò ora se cimentarmi magari in un'altra 10km a fine mese sul lago maggiore per pensare poi alla programmazione per le mezze di autunno.

Buone COrSE a tutti.